Il Coordinamento Famiglie Affidatarie inaugura il concorso “CANTIERE AFFIDO” per le scuole del bresciano

Il concorso “CANTIERE AFFIDO: costruiamo famiglie accoglienti”, promosso dal Coordinamento Famiglie Affidatarie di Brescia, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia,
nasce dal forte desiderio di promuovere una cultura dell’accoglienza familiare tra i bambini, i giovani e le loro famiglie.

La SCUOLA come servizio pubblico è il luogo per eccellenza di socializzazione ed esperienza educativa e formativa, palestra di promozione dei valori necessari alla formazione integrale della persona umana, ma nel contempo è pure lo spazio di esperienza inclusiva di bambini e ragazzi in affido con le loro famiglie.

Il CFA – Coordinamento Famiglie Affidatarie è impegnato da molti anni a tutelare il fondamentale diritto di tutti i bambini a vivere in una famiglia. Tutte le attività svolte dalle famiglie e dagli operatori partono dalla convinzione che la famiglia sia un diritto irrinunciabile per ogni minore.
Ogni bambino e ragazzo non ha solo bisogno di nutrirsi, di dormire, di essere curato nell’igiene personale, ma anche di essere amato ed educato.

L’obiettivo del Concorso CANTIERE AFFIDO, attraverso il coinvolgimento culturale della Scuola bresciana, è far riflettere studenti, docenti e famiglie sul tema dell’accoglienza familiare, ascoltare il punto di vista delle nuove generazioni e far conoscere le attività dell’Associazione e delle sue famiglie, attraverso la predisposizione di un elaborato che potrà assumere diverse forme espressive che “racconti” uno degli argomenti proposti dal concorso.

I partecipanti ammessi al Bando di Concorso “Cantiere affido: costruiamo famiglie accoglienti” sono tutti gli studenti delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado di Brescia e Provincia.

Il tema promosso dal concorso è quello dell’accoglienza familiare dei bambini e degli adolescenti per invitare alla riflessione sui seguenti argomenti:
1. La solidarietà verso i minori che vivono il disagio familiare (trascuratezza e maltrattamenti).
2. Il diritto di ogni bambino ed adolescente ad avere dei genitori ed una casa.
3. Il benessere del bambino e dell’adolescente.
4. Il significato dell’accoglienza di un minore in famiglia.
5. Le dinamiche relazionali che sorgono al momento dell’accoglienza.
6. Come la comunità sostiene le famiglie accoglienti.
7. La diffusione di una cultura dell’accoglienza.
8. Il sentirsi parte di una rete di famiglie accoglienti.

La partecipazione è gratuita e richiede la consegna degli elaborati secondo le modalità e le tempistiche riportate nel regolamento del bando scaricabile dal sito www.coordinamentofamiglieaffidatarie.it

I partecipanti si impegnano, qualora siano selezionati tra i vincitori, a presentare il lavoro in
occasione della premiazione pubblica finale.

I lavori devono essere inviati entro e non oltre il 31 MARZO 2017.

Per informazioni è possibile rivolgersi a:
· Segreteria CFA – Coordinamento Famiglie Affidatarie: 030/221234
· Mason Marco: 338/1745564